Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Audio stream

Condividi su
Stampa

20/09/2011

Gravidanza: come minimizzare il rischio di anomalie e malformazioni - Parte 2



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


Sintesi dell'intervista e punti chiave

Gravidanza: come minimizzare il rischio di anomalie e malformazioni - Parte 2

Scarica l'intervista:
Gravidanza: come minimizzare il rischio di anomalie e malformazioni - Parte 2
(1.823 kByte)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Nella prima parte dell’intervista, pubblicata la settimana scorsa, abbiamo visto come si modifica il rischio di anomalie genetiche, malformazioni e aborti spontanei con l’avanzare dell’età della madre; abbiamo parlato delle azioni preventive da porre in atto prima del concepimento (esami preconcezionali, assunzione di acido folico, raggiungimento del peso forma); e abbiamo spiegato quali siano l’alimentazione e l’aumento di peso ideali in gravidanza.
Oggi trattiamo degli esami che è opportuno fare durante la gestazione per identificare eventuali problemi fetali, ma anche dell’importanza di un approccio sereno e senza troppe angosce ai nove mesi dell’attesa.
Quali sono accertamenti consigliati? Che cosa ci permettono di verificare? Che cos’è il “grembo psichico” e perché non è meno importante del grembo fisico?
In questa seconda e ultima parte dell’intervista illustriamo:
- la tecnica della villocentesi: come e quando si svolge, quali anomalie e malattie permette di individuare, ed entro quale data;
- che cosa significa che la villocentesi è un esame “invasivo”, e quali attenzioni richiede questa caratteristica;
- perché è meglio che un’eventuale interruzione di gravidanza sia fatta dopo la villocentesi, piuttosto che dopo l’amniocentesi;
- a che cosa serve l’ecografia prenatale, e perché i risultati vanno comunicati con grande attenzione alla sensibilità dei genitori;
- l’importanza che la coppia sia informata in modo semplice ma esauriente su tutte le possibilità diagnostiche consentite della medicina moderna, e sulle diverse azioni che ne possono conseguire;
- come ottimizzare lo sviluppo dell’attaccamento affettivo fra mamma e bambino, e il senso di responsabilità del padre per il piccolo che verrà.

Per gentile concessione di Nuova Spazio Radio

top

Parole chiave:
Anomalie cromosomiche - Attaccamento affettivo - Comunicazione - Diagnosi prenatale - Ecografia ostetrica - Ginecologia - Gravidanza - Malattie genetiche - Malformazioni - Rapporto mamma-bambino - Rapporto medico-paziente - Villocentesi

Stampa

© 2011 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Audio stream