Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Medical Channel

Condividi su
Stampa

01/10/2018

Endometriosi: strategie terapeutiche di nuova generazione e protezione della fertilità


Prof. Stefano Luisi
Ostetricia e Ginecologia, Dipartimento di Medicina molecolare e dello sviluppo, Università di Siena


Stefano Luisi
Endometriosi: strategie terapeutiche di nuova generazione e protezione della fertilità
Corso ECM su “Patologie ginecologiche benigne e dolore: come scegliere il meglio fra terapie mediche e chirurgiche”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 25 maggio 2018


Endometriosi: strategie terapeutiche di nuova generazione e protezione della fertilità

Sintesi del video e punti chiave

L’endometriosi ha un impatto negativo sulla capacità lavorativa, sulle relazioni familiari e sull’autostima. In questo contesto è fondamentale conoscere a fondo la fisiopatologia della malattia e mirare a trattamenti farmacologici di lungo termine, per evitare gli interventi chirurgici ripetuti: il tutto tenendo presente che il medico si trova di fronte non un organo ammalato, e nemmeno una “paziente”, ma una donna con la sua sofferenza e le sue speranze.
In questo video, il professor Luisi illustra:
- le quattro principali forme di dolore caratteristiche dell’endometriosi: dismenorrea, dispareunia, disuria, dischezia;
- la tendenza alla cronicizzazione e alla centralizzazione del dolore stesso;
- i diversi tipi di endometriosi, e le differenti attività quotidiane che essi tendono a limitare;
- il razionale dell’uso terapeutico degli estroprogestinici;
- il ruolo e i benefici dei progestinici, e gli studi effettuati a questo proposito dall’Università di Siena;
- come il dienogest sia il progestinico attualmente più efficace e più studiato;
- i meccanismi di azione e i benefici del dienogest;
- l’effetto di questo farmaco sulle dimensioni delle cisti ovariche;
- la soddisfazione d’uso e per quanto tempo può essere utilizzato;
- gli effetti del dienogest sull’endometriosi vescicale e sui pattern di sanguinamento;
- perché attualmente è preferibile somministrare un progestinico rispetto a un estroprogestinico;
- gli studi farmacologici in corso;
- perché è importante che tutti i centri di riferimento per la cura dell’endometriosi collaborino insieme per il miglioramento delle strategie di cura.

top

Parole chiave:
Dienogest - Endometriosi - Progesterone/Progestinici - Terapia farmacologica

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Medical Channel