Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

12/09/2017

Dolore vulvare e terapia antalgica infiltrativa



Libero Professionista, Padova
Direttore Emerito, Dipartimento Chirurgico di Dolo, Venezia


Intervista rilasciata in occasione del corso ECM su “Il dolore vulvare dall’A alla Z : dall'infanzia alla post-menopausa”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 7 aprile 2017


Dolore vulvare e terapia antalgica infiltrativa

Sintesi del video e punti chiave

A volte i normali antidolorifici non riescono a calmare il dolore vulvare: in questi casi si può ricorrere alla terapia antalgica infiltrativa, che fa uso di particolari anestetici locali e, in generale, è consigliata proprio quando le cure farmacologiche di prima scelta non danno i risultati sperati.
In questo video, il professor Vincenti illustra:
- come nella maggior parte dei casi resistenti sussistano profonde alterazioni del sistema nervoso a livello periferico, con terminazioni sensitive più dense e superficiali del normale, e centrale, con una percezione del dolore amplificata;
- in che modo la terapia antalgica infiltrativa riesce a modulare la percezione periferica del dolore e a “resettare”, seduta dopo seduta, la lettura che ne dà il cervello, riportando l’organismo alle condizioni in cui si trovava prima dell’insorgere della patologia;
- come l’azione della terapia infiltrativa sia dunque assimilabile a una sorta di rieducazione percettiva che riporta la paziente in condizioni fisiologiche.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Parole chiave:
Dolore vulvare / Vulvodinia - Sistema del dolore - Terapia antalgica infiltrativa - Terapia del dolore

Stampa

© 2017 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream