Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

02/12/2016

Vaginite da stafilococco aureo: come affrontarla



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano


“Gentilissima professoressa, di recente ho fatto un tampone vaginale che ha segnalato la presenza dello stafilococco aureo. Ho bruciore e prurito a momenti alterni. Il ginecologo mi ha prescritto un antibiotico per via orale. Lui dice che l’infezione non è contagiosa, ma il mio partner ha lamentato per un paio di giorni bruciori durante la minzione e un leggero prurito, poi nulla più. E’ proprio vero che l’infezione non è contagiosa? Ed è sufficiente la cura orale datami dal medico? Grazie mille per l’attenzione”.
Elisabetta

top

Gentile Elisabetta, personalmente non uso antibiotici sistemici per lo stafilococco aureo, perché temo le conseguenze negative dell’antibiotico stesso sull’ecosistema intestinale e vaginale (detto anche “microbiota”). Preferisco quindi valutare il pH, ossia il grado di acidità della vagina. Può farlo anche lei, acquistando in farmacia l’apposito kit. Se il pH è superiore a 4.7, preferisco aiutare il microbiota vaginale a ritrovare il suo equilibrio con un’azione articolata e volta a:
- migliorare la situazione intestinale, se la signora soffre di sindrome dell’intestino irritabile, con probiotici e altri principi attivi;
- abbassare il pH vaginale, mediante il lactobacillus plantarum P17630, o altri probiotici, da inserire in vagina per ripristinare il microbiota. La presenza di acido lattico e glicogeno favorisce il mantenimento di un pH ottimale, che promuove la crescita di microrganismi amici, come i lattobacilli, ed elimina o rende inoffensivi i germi potenzialmente patogeni.
Se il partner ha sintomi è corretto eseguire un esame colturale delle urine e un esame del secreto uretrale dopo massaggio prostatico, oltre alla visita uroandrologica. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Antibiotici - Ecosistema / Microbiota - pH - Probiotici - Vaginite / Vaginite atrofica

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico