Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

26/08/2016

Prima visita ginecologica: obiettivi da perseguire



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano


“Sono una ragazza di 21 anni e ho cominciato ad avere rapporti 5 anni fa, cioè dal momento in cui ho conosciuto il mio fidanzato. Non ho mai fatto una visita dal ginecologo e nessun tipo di controllo. Provo imbarazzo a consultarmi con il mio medico curante per queste cose. Vorrei sapere quali sono i controlli che dovrei fare a questa età, e se mi trovo in una situazione di rischio. Grazie!”.
Claudia T.

top

Gentile Claudia, è senz’altro necessario fare una prima visita ginecologica, completa di pap-test ed ecografia transvaginale. Il medico valuterà se farle fare anche gli esami del sangue.
Le suggerisco di parlare anche di un metodo contraccettivo adeguato e dell’opportunità di effettuare il vaccino anti Papillomavirus, che le consiglio vivamente: la versione 9-valente è quella più recente ed efficace, e sarà disponibile in Italia a partire da ottobre-novembre.
Per la visita può rivolgersi a un consultorio familiare, all’ambulatorio ginecologico di un ospedale o a un ginecologo privato. Un cordiale saluto, e molti auguri per il vostro futuro.

top

Parole chiave:
Contraccezione / Contraccezione ormonale - Papillomavirus e vaccino anti HPV - Visita ginecologica

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico