EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Cancro al seno e inibitori dell’aromatasi: il movimento fisico attenua i sintomi muscolo-scheletrici

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
19/11/2020

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Lu G, Zheng J, Zhang L.
The effect of exercise on aromatase inhibitor-induced musculoskeletal symptoms in breast cancer survivors: a systematic review and meta-analysis
Support Care Cancer. 2020 Apr;28(4):1587-1596. doi: 10.1007/s00520-019-05186-1. Epub 2019 Dec 18
Valutare i benefici del movimento fisico sui sintomi muscolo-scheletrici nelle donne che assumono gli inibitori dell’aromatasi dopo un cancro al seno: è questo l’obiettivo della meta-analisi di Geling Lu e collaboratori, della Medical University di Liaoning, Cina.
Lo studio è stato condotto su trial randomizzati controllati e quasi-esperimenti pubblicati in PubMed, CINAHL, EMBASE, Web of Science, Wan Fang, CNKI, VIP e CBM dalla data di costituzione al maggio 2019.
I sintomi muscolo-scheletrici sono stati definiti in termini di dolore, rigidità e forza di presa. Come outcome secondario è stata fissata la qualità di vita complessiva.
Sono stati selezionati 9 studi, per un totale di 743 partecipanti, dai quali risulta che il movimento fisico è più efficace di altre terapie nel miglioramento di tutti i parametri presi in considerazione:
- dolore (SMD = -0.46, 95% CI, -0.79 / -0.13, P = 0.006);
- rigidità (SMD = -0.40, 95% CI, -0.71 / -0.08, P = 0.01);
- forza di presa (SMD = 0.43, 95% CI, 0.16 / 0.71, P = 0.002);
- qualità di vita (SMD = 2.24, 95% CI, 0.28 / 4.21, P = 0.03).
Lo studio, pur condotto su piccoli numeri, ha il merito di confermare come il movimento fisico costituisca un rimedio alla portata di tutte le donne colpite da cancro al seno per il miglioramento di un’importante categoria di sintomi correlati all’assunzione degli inibitori dell’aromatasi.
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter