Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

23/02/2018

Acne: come curarla in presenza di un evento tromboembolico



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Sono una ragazza di 27 anni. Per due anni e mezzo ho curato il mio ovaio policistico con una pillola a base di ciproterone acetato, fino a quando la scorsa settimana ho avuto una trombosi molto piccola, ma in una vena profonda della gamba. Ho sospeso la terapia. Farò a breve delle analisi specifiche per vedere se sono un soggetto trombofilico o meno, poi tornerò dal ginecologo. Adesso ho il terrore di non poter tenere sotto controllo il problema acne. Esiste un altro modo, oltre la pillola, per tenere a bada gli effetti dell'ovaio policistico, come l’acne e un leggero irsutismo? Ad esempio solo una terapia con anti-androgeni? Grazie in anticipo per la risposta... Un cordiale saluto”.
Michela

top

Gentile amica, la presenza di un evento tromboembolico nella storia anamnestica, se pur fortunatamente di lieve entità come nel suo caso, rappresenta una controindicazione assoluta all’utilizzo di preparati ormonali compresi gli anti-androgeni, a causa dell’aumentato rischio trombotico associato alla loro assunzione (indipendentemente dal risultato dello screening trombofilico che le è stato correttamente consigliato). Per cui può intervenire sul problema dell’acne ricorrendo a cure dermatologiche specifiche (non ormonali) sia di applicazione locale sia basate sull’utilizzo di farmaci per via sistemica. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Acne - Micropolicistosi ovarica - Pillola contraccettiva - Rischi cardiovascolari - Terapia contraccettiva

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico