Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

29/04/2013

Vissuto e cura del dolore sessuale dopo tumori femminili - Parte seconda: come proteggere la fertilità


Graziottin A. 
Vissuto e cura del dolore sessuale dopo tumori femminili - Parte seconda: come proteggere la fertilità
Abstract della lettura su “Come affrontare le ferite della sessualità dopo il tumore al seno: consigli pratici”, presentata al convegno ECM “Tumori femminili: curarsi senza rinunciare a vivere con serenità”, Modena, 21 settembre 2012


La maternità è una componente essenziale dell’identità sessuale femminile. La perdita della fertilità, secondaria a chirurgia ginecologica, e/o a chemio o radioterapia (pelvica o total body), lede a fondo il senso di femminilità e può causare una perdita motivazionale sostanziale del desiderio sessuale («Che senso ha avere rapporti se non posso più avere un figlio?»).
I medici e gli operatori sanitari dovrebbero conoscere le principali opzioni protettive della fertilità attualmente disponibili per informare la donna (e la coppia!) e metterla in condizione di fare la scelta ottimale, nonostante il dramma emotivo e decisionale che una donna con diagnosi recente di tumore sta vivendo.

top

Parole chiave:
Cancro della mammella - Cancro ginecologico - Crioconservazione - Fertilità / Infertilità - Menopausa precoce iatrogena

Stampa

© 2013 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici