EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Epilessia: fattori scatenanti di natura ormonale

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Epilessia: fattori scatenanti di natura ormonale

03/11/2020

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Alcune donne che soffrono di epilessia notano che le crisi tendono a manifestarsi in corrispondenza dell’ovulazione o della mestruazione, e a volte anche dopo il parto, pur potendo contare su una buona terapia neurologica. Come per altre patologie esaminate in queste ultime settimane, il fattore scatenante è di natura ormonale. In positivo, l’esacerbazione degli attacchi può essere scongiurata, in fase mestruale, con provvedimenti semplici ed efficaci.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come il trigger dell’attacco epilettico all’ovulazione, alla mestruazione e nel post parto possa essere la caduta dei livelli di estrogeni e di progesterone che caratterizza questi importanti eventi della vita fertile femminile;
- la vistosa variabilità dei valori ormonali nel corso del ciclo, e prima e dopo la gravidanza;
- altri possibili fattori scatenanti dell’epilessia: stress, luci improvvise, febbre;
- perché, in caso di attacchi indotti dalle mestruazioni, il rimedio di prima scelta è rappresentato da una pillola contraccettiva o un progestinico in continua, ossia senza interruzioni;
- l’importanza di una collaborazione fattiva tra il neurologo e un ginecologo attento alle interazioni fra sistema ormonale e sistema nervoso centrale.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone
Sullo stesso argomento per pazienti

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter