EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Una nuova vita grazie alla musica: anche in Italia prende vita il sogno di Abreu

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
22/03/2013

Le vostre lettere alla nostra redazione

Il costo dell'incultura, per una società, è maggiore del costo della cultura (Federico Garcia Lorca)
Gentile professoressa Graziottin, desidero complimentarmi per il suo articolo “L’esempio di Abreu, quando la musica salva la gioventù difficile”. Anche in Italia il “Sistema” è una realtà concreta e sta offrendo una straordinaria opportunità per migliaia di giovani in difficoltà.

Nel dicembre 2010, infatti, anche nel nostro Paese è nato il “Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili”, di cui sono Presidente: si ispira al metodo educativo venezuelano, di cui lo stesso Maestro Abreu e il Maestro Claudio Abbado sono Presidenti Onorari, e ne fanno parte personalità del mondo musicale e sociale che credono fortemente al progetto. Abreu ha più volte dichiarato alla stampa che il Sistema italiano è l’unico analogo – per struttura, valori e attività – a quello originario nato in Venezuela.

In poco più di due anni, abbiamo sviluppato una rete che coinvolge più di 7.000 giovani, dai 4 ai 16 anni, e che conta 37 Nuclei formativi in tutto il territorio italiano, operanti in situazioni ove sono vivi il disagio sociale, la dispersione scolastica, l’emarginazione: dal “Coro delle Mani Bianche”, costituito da bambini sordomuti, ai gruppi costituiti in quartieri degradati di Napoli e Bari, alle Orchestre giovanili che saranno a breve costituite negli istituti penitenziari minorili.

Con il Maestro Abreu, abbiamo presentato i risultati del nostro primo lavoro e i prossimi progetti in occasione della scorsa edizione del Ravello Festival. Il 21 ottobre scorso, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, abbiamo realizzato “Costruire con la musica”, una giornata nazionale di raccolta di strumenti musicali da destinare ai bambini e ai ragazzi del Sistema italiano: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha riconosciuto il merito sociale ed educativo dell’iniziativa. L’evento è stato un importante momento di festa e solidarietà, in cui si sono esibiti i bambini del nostri Nuclei, provenienti da tutta Italia, insieme con artisti come Ennio Morricone, Nicola Piovani, Ambrogio Sparagna, Danilo Rea, l’Orchestra di Piazza Vittorio e molti altri.

Grazie alla generosità della cittadinanza, abbiamo raccolto centinaia di strumenti che potranno riprendere vita nelle mani dei più giovani. Inoltre, abbiamo attivato interessanti collaborazioni con diversi Conservatori.

Il sogno di Abreu, dunque, si sta realizzando anche in Italia. Il tema dell’educazione giovanile attraverso la musica è anche per noi di estrema importanza.

Cordialmente,
Roberto Grossi, Presidente del “Sistema Orchestre giovanili in Italia”
Piazza Cavour, 17, Roma
Parole chiave di questo articolo

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter