Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

15/02/2018

Terapia del dolore oncologico: i benefici dell'High-Intensity Focused Ultrasound


Dababou S, Marrocchio C, Scipione R, Erasmus HP, Ghanouni P, Anzidei M, Catalano C, Napoli A.
High-Intensity Focused Ultrasound for pain management in patients with cancer
Radiographics. 2018 Jan 30: 170129. doi: 10.1148/rg.2018170129. [Epub ahead of print]


Discutere il ruolo della tecnica High-Intensity Focused Ultrasound (HIFU) nella terapia del dolore oncologico: è questo l’obiettivo dell’articolo pubblicato congiuntamente dal Dipartimento di Scienze Radiologiche dell’Università La Sapienza di Roma, e dal Dipartimento di Radiologia della Stanford University School of Medicine, Stati Uniti.
Il dolore affligge la stragrande maggioranza dei pazienti affetti da cancro, e costituisce un fattore che non solo riduce la qualità di vita, ma – attraverso lo stress che produce – influisce negativamente sulle stesse possibilità di sopravvivenza. Le strategie di intervento normalmente prevedono il ricorso agli analgesici oppioidi e, in caso di resistenza, la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. Tutti questi trattamenti, però, oltre a produrre considerevoli effetti collaterali e ad avere una tossicità sistemica, possono non essere del tutto efficaci.
In questo contesto, l’HIFU – approvato per il trattamento dei fibromi uterini, delle metastasi ossee e dei tremori essenziali – può ricoprire un ruolo innovativo di notevole interesse. La procedura, di alta precisione, utilizza gli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità di energia per distruggere con il calore (termoablazione) il tessuto tumorale posto in profondità all’interno del corpo, in modo selettivo e senza recare danno alle strutture sovrastanti o adiacenti. Può dunque costituire un’eccellente strumento per ridurre la massa tumorale, denervare i tessuti, attenuare il dolore, potenziare l’azione dei farmaci e stimolare specifiche risposte immunitarie.
La tecnologia HIFU presenta numerosi vantaggi rispetto alle altre terapie antalgiche: è assolutamente non invasiva, può produrre risultati in tempi rapidi, può essere iterata in piena sicurezza e può essere utilizzata in abbinamento alla radioterapia e alla chemioterapia per potenziarne i benefici.

top

Parole chiave:
Dolore cronico - High Intensity Focused Ultrasound (HIFU) - Oncologia

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico