Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

25/10/2018

Sindrome dell'ovaio policistico: benefici del movimento fisico


Lopes IP, Ribeiro VB, Reis RM, Silva RC, Dutra de Souza HC, Kogure GS, Ferriani RA, Silva Lara LAD.
Comparison of the effect of intermittent and continuous aerobic physical training on sexual function of women with polycystic ovary syndrome: randomized controlled trial
J Sex Med. 2018 Oct 10. pii: S1743-6095(18)31164-0. doi: 10.1016/j.jsxm.2018.09.002. [Epub ahead of print]


Valutare l’effetto dell’attività fisica aerobica continua e intermittente sulla funzione sessuale e l’umore delle donne affette di sindrome dell’ovaio policistico: è questo l’obiettivo dello studio di I.P. Lopes e collaboratori, del Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia dell’Università di San Paolo, Brasile.
La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è una condizione caratterizzata da iperandrogenismo, cambiamenti antropometrici (aumento del peso, modificazioni del rapporto vita-anche), disfunzioni sessuali, alterazioni dell’umore (ansia, depressione), e complessivamente da una ridotta qualità di vita.
Lo studio è stato condotto per 16 settimane su donne di età compresa fra i 18 e i 39 anni, suddivise a caso in tre gruppi:
- training aerobico continuo (CAT, n = 23);
- training aerobico intermittente (IAT, n = 22);
- nessun training (controlli, n = 24).
Per valutare la funzione sessuale è stato utilizzato il Female Sexual Function Index (FSFI), mentre per diagnosticare l’ansia e la depressione si è fatto ricorso alla Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS). Si è anche cercato di capire se le due formule di allenamento siano equivalenti, o una delle due sia superiore all’altra.
Questi, in sintesi, i risultati dopo 16 settimane:
- il gruppo CAT ha ottenuto un significativo aumento del punteggio totale nel FSFI, e in particolare nei domini della soddisfazione e del dolore, e una riduzione del rapporto vita-anche;
- anche il gruppo IAT ha ottenuto un aumento significativo del punteggio totale nel FSFI, e miglioramenti specifici nei domini del desiderio, dell’eccitazione, della lubrificazione, dell’orgasmo e della soddisfazione;
- entrambi i gruppi hanno registrato una significativa riduzione dei livelli di testosterone, e dei livelli di ansia e depressione.
Questo studio presenta un limite: non considera l’alimentazione e la frequenza dei rapporti sessuali. Tuttavia dimostra come il training aerobico possa essere utilizzato per migliorare la salute sessuale e psico-emotiva delle donne affette da PCOS.

top

Parole chiave:
Ansia - Depressione - Funzione sessuale femminile - Sindrome dell'ovaio policistico - Sport e movimento fisico

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico