EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Quando un genitore muore: le conseguenze a lungo termine del lutto non elaborato

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
14/07/2016

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Bylund-Grenklo T, Fürst CJ, Nyberg T, Steineck G, Kreicbergs U.
Unresolved grief and its consequences. A nationwide follow-up of teenage loss of a parent to cancer 6-9 years earlier
Support Care Cancer. 2016 Jul;24(7):3095-103. doi: 10.1007/s00520-016-3118-1. Epub 2016 Feb 22
Indagare quale impatto a lungo termine abbia sulla salute di un adolescente la perdita di un genitore per cancro, con particolare riguardo ai casi di lutto non correttamente elaborato: è questo l’obiettivo della ricerca condotta da Tove Bylund-Grenklo e collaboratori. Il gruppo di lavoro è espressione del Karolinska Institutet di Stoccolma, della Linnaeus University di Växjö, della Lund University, della Sahlgrenska Academy di Gothenburg e dello Sköndal University College di Stoccolma, Svezia.
La perdita in giovane età di un genitore è una vera e propria tragedia che condiziona profondamente la vita negli anni a venire. Lo studio è stato condotto su 622 teenager che nei 6-9 anni precedenti avevano perso un genitore per cancro: attraverso un questionario, si sono valutate la misura in cui il dolore era stato superato, e le conseguenze fisiologiche e psicologiche del lutto non elaborato.
Da sei a nove anni dopo la perdita del genitore, il 49% dei partecipanti ha manifestato una situazione di lutto non elaborato (8%) e di lutto scarsamente elaborato (41%). Questi giovani, in confronto ai coetanei che hanno correttamente elaborato il lutto, manifestano un rischio significativamente più elevato di:
- insonnia: RR 2.3, 95 % CI 1.3-4.0 per i ragazzi; RR 1.7, 95 % CI 1.1-2.7 per le ragazze;
- stanchezza cronica: RR 1.8, 95 % CI 1.3-2.5 per i ragazzi; RR 1.4, 95 % CI 1.1-1.7 per le ragazze;
- depressione da moderata a grave (punteggio superiore a 9 nel Patient Health Questionnaire – PHQ-9): RR 3.6, 95 % CI 1.4-8.8 per i ragazzi; RR 1.8, 95 % CI 1.1-3.1 per le ragazze.
L’impatto della perdita di un genitore ha quindi conseguenze serie per circa la metà dei giovani esaminati, con importanti ricadute anche sul rendimento scolastico e sul processo di crescita; in questo contesto, le ragazze sembrano comunque avere una migliore capacità di resilienza. I risultati dello studio meritano di essere presi in considerazione nella fase di messa a punto degli interventi di sostegno per i figli e i familiari delle persone in fase terminale o morte per cancro.
Sullo stesso argomento per pazienti
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter