Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

09/11/2018

Menopausa: dal disagio al benessere, grazie alla terapia ormonale sostitutiva




Mi chiamo Margherita, e voglio lasciare un commento su cosa penso della menopausa.
Ho 60 anni e sono affetta da una forma leggera di sclerosi multipla che mi affligge da circa 40 anni: ma posso ancora camminare, anche se mi aiuto con una stampella o col braccio di mio marito, o con l’aiuto di qualunque volenteroso disposto a darmi un “passaggio”.
La mia menopausa è cominciata a 50 anni. Ero assolutamente contraria a prendere farmaci o altro per allungare la mia giovinezza, ignorando gli effetti di cui avrei potuto soffrire.
Così, a “mani nude”, iniziai il mio passaggio del mar rosso verso la terra promessa. Ma di promesso, mi accorsi cammin facendo, non c’era proprio nulla. Anzi, ben presto cominciai a dormire sempre meno, la mia pelle diventava sempre più secca e sensibile, ero sempre stanca e non avevo più l’energia di prima.
Poi, parlando con un gruppetto di mie conoscenti, venni a sapere che era possibile iniziare la terapia ormonale sostitutiva: loro la facevano già e ne erano entusiaste.
Finalmente mi ero convinta: andai dal ginecologo, che mi fece fare alcuni esami, come la mammografia, e in seguito mi prescrisse un ormone adatto a me. La sera seguente presi la mia prima pastiglia. Poi il tempo passò, e gli anni pure, senza nessun problema riguardo alla terapia ormonale: migliorò invece la mia vita e vissi tanti momenti felici. Recuperai l’intesa con mio marito, il sonno e con esso la voglia di fare esercizio fisico regolare, allontanando così lo spettro dell’osteoporosi.
Ora, dopo anni di assunzione, non ho nessuna voglia di smettere e posso dire che fare la terapia ormonale sostitutiva è molto meglio che non farla!
Margherita

top

Parole chiave:
Menopausa - Sclerosi multipla - Sintomi menopausali - Terapia ormonale sostitutiva

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico