Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

11/05/2017

Endometriosi: chirurgia robotica e laparoscopia tradizionale a confronto


Soto E, Luu TH, Liu X, Magrina JF, Wasson MN, Einarsson JI, Cohen SL, Falcone T.
Laparoscopy vs. Robotic Surgery for Endometriosis (LAROSE): a multicenter, randomized, controlled trial
Fertil Steril. 2017 Apr; 107 (4):996-1002.e3. doi: 10.1016/j.fertnstert.2016.12.033. Epub 2017 Feb 24.


Determinare se l’utilizzo della robotica nel trattamento chirurgico dell’endometriosi produca benefici concreti rispetto alla laparoscopia tradizionale. E’ questo l’obiettivo dello trial multicentrico randomizzato coordinato da E. Soto ed espressione di cinque importanti realtà cliniche statunitensi:
- l’Obstetrics, Gynecology and Women's Health Institute di Cleveland;
- il South Florida Institute for Reproductive Medicine di Miami;
- l’Herbert Wertheim College of Medicine di Miami;
- il Department of Gynecology della Mayo Clinic Arizona di Scottsdale;
- il Department of Minimally Invasive Gynecology di Boston.
La laparoscopia è una tecnica chirurgica mini-invasiva che permette di vedere e operare all’interno dell’addome inserendo, attraverso l’ombelico, uno strumento ottico chiamato laparoscopio (per laparotomia, invece, si intende la classica incisione della parete anteriore dell’addome che consente l’accesso diretto agli organi in esso contenuti).
Lo studio è stato condotto su donne di età superiore ai 18 anni, affette da sospetta endometriosi. I parametri di valutazione assunti per il confronto fra le due tecniche sono:
- la durata dell’intervento;
- le complicanze peri- e postoperatorie;
- la qualità di vita dopo l’intervento.
Questi, in sintesi, i risultati:
- il tempo operatorio medio è stato di 106.6 ± 48.4 minuti per la chirurgia robotica e di 101.6 ± 63.2 minuti per la laparoscopia;
- non sono state registrate differenze significative in termini di perdita di sangue, complicanze peri- e postoperatorie, e tasso di conversione alla laparotomia;
- entrambi i gruppi hanno riportato miglioramenti significativi della qualità di vita a 6 settimane e 6 mesi dall’intervento.
In conclusione, non si sono registrate differenze di rilievo fra la tecnica robotica e la procedura laparoscopica, il che porta a concludere che, nonostante le attese quasi miracolistiche che a volte contraddistinguono le nuove tecnologie, a oggi la robotica non è migliorativa rispetto a una laparoscopia tradizionale effettuata da un chirurgo ben preparato.

top

Parole chiave:
Chirurgia ginecologica - Chirurgia robotica - Endometriosi - Laparoscopia

Stampa

© 2017 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico