Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

12/03/2015

Emicrania e disturbi del sonno in gravidanza: una frequente comorbilità


Qiu C, Frederick IO, Sorensen T, Aurora SK, Gelaye B, Enquobahrie DA, Williams MA.
Sleep disturbances among pregnant women with history of migraines: a cross-sectional study
Cephalalgia. 2015 Jan 29. pii: 0333102415570493. [Epub ahead of print]


Verificare l’incidenza dei disturbi del sonno nelle donne in gravidanza soggette o non soggette all’emicrania: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da Chun-fang Qiu, del Center for Perinatal Studies presso lo Swedish Medical Center di Seattle, USA, e al quale hanno partecipato con propri ricercatori anche la Stanford University, lo USA Department of Epidemiology, la University of Washington School of Public Health e la Harvard School of Public Health.
L’emicrania risulta frequentemente associata ai disturbi del sonno negli uomini e nelle donne non in gestazione. Poco si sapeva invece, finora, riguardo alla correlazione fra le due patologie nelle donne in gravidanza.
La ricerca è stata condotta su 1324 donne reclutate durante i primissimi mesi di gestazione. La diagnosi di emicrania è stata effettuata sulla base dei criteri stabiliti dalla International Classification of Headache Disorders-II; i disturbi del sonno, invece, sono stati accertati con il questionario del Pittsburgh Sleep Quality Index (PSQI), che ha permesso di valutare la durata e la qualità del sonno, la sonnolenza diurna, e altre caratteristiche del riposo notturno.
Dall’analisi dei dati raccolti è emerso che le donne colpite da emicrania durante la gravidanza hanno una maggiore probabilità di soffrire anche di:
- breve durata del sonno (meno di 6.5 ore per notte) (AOR = 1.47, 95% CI 1.07-2.02);
- scarsa qualità del sonno (PSQI>5) (AOR = 1.73, 95% CI 1.35-2.23);
- sonnolenza diurna (AOR = 1.51, 95% CI 1.12-2.02).
Inoltre:
- le donne sofferenti di emicrania in gravidanza ricorrono più frequentemente ai sonniferi (AOR = 1.71, 95% CI 1.20-2.42);
- dai dati non emergono differenze significative fra emicrania con aura e senza aura;
- la probabilità di avere un sonno disturbato è massima fra le donne che, oltre a soffrire di emicrania, erano sovrappeso prima del concepimento.

top

Parole chiave:
Emicrania - Gravidanza - Sonno/Disturbi del sonno

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico