Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

03/11/2016

Dopo il terremoto: depressione e stress post traumatico in bambini e adolescenti


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


Tang W, Zhao J, Lu Y, Yan T, Wang L, Zhang J, Xu J.
Mental health problems among children and adolescents experiencing two major earthquakes in remote mountainous regions: a longitudinal study
Compr Psychiatry. 2016 Sep 13; 72: 66-73. doi: 10.1016/j.comppsych.2016.09.004. [Epub ahead of print]


Studiare gli effetti dei terremoti sulla salute psicoemotiva dei bambini e degli adolescenti: è questo l’obiettivo dello studio longitudinale condotto da W. Tang e collaboratori, dell’Institute of Emergency Management and Reconstruction in Post-disaster presso la Sichuan University di Chengdu, Cina.
L’analisi è stata condotta su un totale di 435 giovani sopravvissuti ai terremoti di Wenchuan e Ya'an. Il primo, di magnitudo 8.0, si è verificato nel 2008 e con 69.195 morti è stato uno dei sismi più violenti avvenuti in Cina; il secondo, di magnitudo 7.0, è avvenuto nel 2013.
Tutti i partecipanti sono stati valutati a 12 mesi dal disastro, con un’intervista strutturata; di essi, 153 sono stati rivalutati a 30 mesi, con un colloquio telefonico. Questi i risultati:
- la prima valutazione ha evidenziato un’elevata prevalenza di disturbo da stress post traumatico (43.9%), depressione (20.9%) ed entrambi (18.2%); altri disturbi presentano un’incidenza marcatamente inferiore (0.9%);
- alla seconda valutazione una consistente percentuale di giovani soffriva ancora di disturbo da stress post traumatico (15.7%) e depressione (21.6%);
- i principali fattori predittivi dei due disturbi sono l’avere avuto decessi in famiglia a causa del sisma, precedenti esperienze di terremoti, un insoddisfacente rapporto con i genitori e la povertà.
Pur tenendo conto del fatto che la modalità telefonica della seconda valutazione è debole dal punto di vista metodologico, lo studio consente di concludere che:
- dopo una catastrofe naturale, il disturbo da stress post traumatico e la depressione possono essere altamente prevalenti e persistenti nei bambini e negli adolescenti;
- benché molti giovani recuperino nel tempo un buon equilibrio psicoemotivo, altri mostrano disturbi cronici dell’umore, soprattutto se vivono in condizioni economiche precarie o hanno una relazione problematica con i genitori;
- ulteriori studi che consentano di ottenere più accurati tassi di prevalenza e identificare con maggiore completezza i fattori predittivi permetteranno di migliorare le strategie di recupero e riabilitazione.

top

Parole chiave:
Depressione - Sindrome post traumatica da stress

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico