Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

08/11/2019

Dolore mestruale: un messaggio di speranza e gratitudine




Gentile professoressa,
ho trovato il suo sito internet per caso, durante una delle mie ricerche disperate ed esasperate dal dolore mestruale.
A oggi, non ho una diagnosi, ma leggere la sua biografia mi ha fatta commuovere, ed è per questo che sono qui. Ha riacceso una piccola speranza in me. Grazie.

top

Gentile signora, grazie anzitutto per il gratificante messaggio!
Per il dolore mestruale, la prima terapia causale è ridurre il numero di mestruazioni con un progestinico in continua, ossia senza pause. I più indicati sono il dienogest e il noretisterone, sempre su valutazione e prescrizione del medico curante. Oppure si può preferire una pillola combinata, sempre in continua. Togliere le fluttuazioni ormonali legate al ciclo o ai giorni senza ormoni (hormone free interval, HFI) dei contraccettivi riduce infatti l’infiammazione che sottende la mestruazione stessa, attenuando in parallelo il dolore. Contemporaneamente è doveroso fare una diagnosi accurata per comprendere e curare molto le cause, anche diverse, del dolore stesso.
Un caro saluto, e mille auguri perché possa risolvere bene il problema del dolore mestruale. E grazie ancora per il suo gradito apprezzamento.
Alessandra Graziottin

top

Parole chiave:
Dismenorrea (dolore mestruale) - Rapporto medico-paziente

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico