Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

31/05/2019

Connettivite indifferenziata e contraccezione ormonale


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ho 17 anni e vorrei prendere la pillola, sia per essere sicura quando ho dei rapporti, sia perché ho un’acne che ormai non riesco più a controllare con i prodotti topici. L’anno scorso però mi hanno diagnosticato una connettivite indifferenziata. E’ vero che non posso assumere contraccettivi ormonali, anche se i sintomi sono lievi? I medici che mi seguono me lo hanno vietato. Voi che ne dite?”.

top

Gentile amica, la prescrizione della contraccezione ormonale in pazienti con malattie autoimmuni non è sempre controindicata e dipende dal tipo di patologia, dal quadro clinico e dall’esito dei test di laboratorio (positività anticorpale, profilo coagulatorio). La decisione va discussa con il reumatologo di riferimento. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Connettivite indifferenziata - Contraccezione / Contraccezione ormonale - Malattie autoimmuni

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico