Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

08/05/2020

Vaginismo: il desiderio di una parola di speranza


Le vostre lettere alla nostra redazione


La mia è una storia come molte altre, la storia di una donna colpita da vaginismo, che può raccontare tutti i classici sintomi. Ho 39 anni, da quando ne avevo 27 anni ho provato di tutto per guarire. Psicoterapia, sessuologi, ginecologi. Ho rimediato anche, a 28 anni, l’abuso da parte di un ginecologo e, dopo, una lunga terapia per comprendere cos’era successo.
Ho una fiamma dentro che ancora mi porta a desiderare di risolvere il mio problema. A volte mi sento senza forze, ma continuo a combattere con le poche risorse che ho.
Mi sono documentata, ma per me sembra che non ci sia rimedio. Raggiungere Milano sarebbe un po’ come l’ultima speranza, in un momento in cui mi chiedo se davvero posso liberare una volta per tutte il mio corpo da una malattia che ha condizionato la mia vita, le mie scelte, tutto.
Stasera vorrei una mano tesa, una speranza, una parola, qualcuno che mi possa dire che c’è rimedio anche per me.

top

Risponde la professoressa Graziottin

Gentile amica, dal vaginismo si può guarire con una terapia multimodale mirata. E anche la sofferenza provocata dal gravissimo episodio dell’abuso può essere lenita. Le suggeriamo qualche lettura tratta da questo sito. Eventualmente contatti la professoressa Graziottin per un incontro clinico a Milano (può trovare le sue sedi professionali a questa pagina). Non si perda d’animo: siamo pronti a tenderle la nostra mano, e a sostenerla nel cammino di recupero. Un affettuoso saluto.

top

Parole chiave:
Abuso e violenza sessuale - Coraggio di vivere - Rapporto medico-paziente - Speranza - Vaginismo

Stampa

© 2020 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico