Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

12/02/2015

Livelli di glutammina e stanchezza cronica nei malati di cancro: nuove acquisizioni


Schlemmer M, Suchner U, Schäpers B, Duerr EM, Alteheld B, Zwingers T, Stehle P, Zimmer HG.
Is glutamine deficiency the link between inflammation, malnutrition, and fatigue in cancer patients?
Clin Nutr. 2015 Jan 10. pii: S0261-5614(15)00005-9. doi: 10.1016/j.clnu.2014.12.021. [Epub ahead of print]


Valutare la possibile associazione fra livelli plasmatici di glutammina e stanchezza cronica, infiammazione e sottonutrizione nelle persone affette da tumore solido: è questo l’obiettivo di un recentissimo studio coordinato da Marcus Schlemmer, del Dipartimento di Medicina Interna III della Ludwig-Maximilians-University-Großhadern di Monaco, Germania.
La glutammina è un amminoacido coinvolto nei processi digestivi: la sua carenza può determinare esaurimento fisico e mentale.
La ricerca è stata condotta su 100 pazienti, di cui 34 donne, di età superiore ai 18 anni, in cura fra il 2009 e il 2011. Il metodo seguito include:
- prelievo del sangue a digiuno, con misurazione dei livelli di aminoacidi e dei marker infiammatori;
- valutazione clinica della fatigue globale, fisica, affettiva e cognitiva;
- valutazione dello stato nutrizionale.
Questi, in sintesi, i risultati:
- lo stato è risultato compromesso nel 19% dei pazienti;
- la concentrazione plasmatica media di glutammina (574.0 ± 189.6 μmol/L) è risultata nella norma, ma tende a diminuire con il decadimento della funzionalità fisica;
- la concentrazione plasmatica di glutammina, inoltre, risulta correlata all’indice di massa corporea, ai livelli di proteina C-reattiva e alla fatigue fisica, affettiva e globale;
- i marker infiammatori, a loro volta, risultano più elevati in presenza di basse performance fisiche.
I dati, concludono gli Autori, sembrano supportare l’ipotesi di partenza, e cioè che nei pazienti affetti da cancro l’infiammazione mantenga una situazione metabolica che porta a sottonutrizione e, in particolare, a una deprivazione di glutammina, che a sua volta risulta associata alla stanchezza cronica. Il controllo dell’infiammazione è dunque cruciale per alleviare questa particolare forma di sofferenza associata alla patologia neoplastica.

top

Parole chiave:
Cancro solido - Glutammina - Infiammazione - Stanchezza cronica

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico