EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Insufficienza venosa cronica e dolore in menopausa: uno studio spagnolo

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
27/11/2014

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Aguilar-Ferrándiz ME, Castro-Sánchez AM, Matarán-Peñarrocha GA, de Dios Luna J, Moreno-Lorenzo C, Del Pozo E.
Evaluation of pain associated with chronic venous insufficiency in Spanish postmenopausal women
Menopause. 2014 Jun 23. [Epub ahead of print]
Valutare il dolore associato all’insufficienza venosa cronica e i suoi fattori predittivi nelle donne in menopausa: è questo l’obiettivo dello studio di M.E. Aguilar-Ferrándiz e collaboratori, un gruppo di studio espressione dei dipartimenti di Terapia fisica delle Università di Granada e di Almería, Spagna.
La menopausa è generalmente associata a un aumento delle malattie venose e dei disturbi a carico degli arti inferiori. Lo studio è stato condotto su 139 donne in menopausa, affette da insufficienza venosa cronica, e 40 controlli. Il dolore è stato valutato con una scala analogica visuale, il McGill Pain Questionnaire e il Pain Matcher, messo a punto in Svezia da un’azienda privata. L’analisi ha tenuto conto anche di numerose variabili demografiche e di diversi fattori di rischio.
Questi i risultati:
- le donne con insufficienza venosa cronica provano un dolore agli arti inferiori significativamente più intenso e hanno una soglia del dolore significativamente più bassa dei controlli;
- il livello del dolore è significativamente associato al tempo di riempimento venoso e alla gravità dell’osteoartrite;
- il dolore risulta inoltre associato alla ridotta attività fisica.
Queste indicazioni ribadiscono l’importanza di associare stili di vita sani alla terapia ormonale sostitutiva. Il movimento fisico quotidiano, in particolare, è indispensabile per potenziare l’azione degli ormoni e mantenere funzionali gli apparati circolatorio e osteoarticolare della donna in menopausa.
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter