Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

21/12/2017

Infezione genitale di coppia: approfondimenti diagnostici


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ormai da due anni sto cercando di combattere un pH vaginale di 5.1, con lattobacilli assenti, leucociti rari e miceti assenti, attraverso ovuli e gel. Non ho particolari sintomi, a volte solo fastidio e un leggero bruciore. I rapporti sessuali però causano al mio partner intensi bruciori, che a volte durano anche una settimana. Il bruciore peggiora durante la minzione. Che cosa mi consigliate di fare? Vi ringrazio, con estrema fiducia”.
Gaia

top

Gentile Gaia, le consigliamo di effettuare tamponi vaginali colturali completi e tamponi endocervicali per clamidia e micoplasma. Contemporaneamente è necessario che il suo partner esegua un tampone colturale uretrale e una spermiocoltura. E’ infatti fondamentale valutare l’eventuale presenza di un’infezione specifica così da instaurare una terapia mirata, anziché intraprendere una cura empirica. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Diagnosi differenziale - Dolore - Infezioni - Rapporti sessuali

Stampa

© 2017 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico