Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

14/06/2012

Exercise, inflammation and aging


Woods JA, Wilund KR, Martin SA, Kistler BM.
Exercise, inflammation and aging
Aging Dis. 2012 Feb; 3 (1): 130-40


L’invecchiamento è caratterizzato da uno stato di infiammazione sistemica cronica a bassa intensità. Negli anziani, in particolare, anche in assenza di patologie croniche risultano più elevati i livelli delle citochine proinfiammatorie come l’interleuchina 6 e il fattore di necrosi tumorale alfa, così come di proteine quali la C-reattiva e la siero amiloide A. Molti fattori contribuiscono a questo quadro clinico, fra cui il declino della funzionalità del sistema immunitario e le malattie croniche correlate all’età. Una delle conseguenze più vistose dell’infiammazione cronica è l’aumento delle sindromi dolorose a carico dei più svariati organi e distretti.
Ogni strategia finalizzata a ridurre l’infiammazione può dunque migliorare in misura significativa la qualità della vita dell’anziano. La terapia farmacologica rappresenta certamente una possibilità: ma gli effetti collaterali (a carico, per esempio, del sistema gastrointestinale e del comparto cardiovascolare) e il costo economico ne limitano notevolmente l’utilità.
L’esercizio fisico e una dieta appropriata, al contrario, costituiscono un’alternativa di lungo termine e a basso costo per attenuare l’infiammazione e rallentare il declino dell’organismo. La review di Jeffrey Woods e collaboratori, dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign (USA), si propone appunto di esaminare gli effetti del movimento fisico sull’infiammazione in età avanzata, e di descrivere i meccanismi che sottendono a tali effetti, attraverso un’analisi critica dei più autorevoli trial clinici in materia.
Al termine del lavoro, gli Autori concludono che l’esercizio fisico regolare, oltre a ridurre i fattori pro-infiammatori:
- aumenta la massa muscolare e riduce il rischio di patologie croniche a carico del cuore e del sistema metabolico;
- riduce la massa grassa e il tessuto adiposo, che contribuiscono all’infiammazione sistemica;
- aumenta il tono vagale, che contribuisce alla riduzione dell’infiammazione sistemica.

top

Parole chiave:
Infiammazione - Invecchiamento - Sovrappeso e obesità - Sport e movimento fisico

Stampa

© 2012 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico