Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

23/10/2015

Cisti ovarica endometriosica: i benefici della pillola


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“In attesa di un’eventuale laparoscopia per asportare una ciste ovarica endometriosica di 4.5 centimetri, mi è stata prescritta una pillola contraccettiva continuativa, escludendo i quattro giorni di placebo. Il fatto che sia al terzo mese di assunzione e abbia un persistente spotting significa che la cura non è indicata per mettere a riposo le mie ovaie?”.

top

Gentile amica, l’assunzione della pillola che le è stata prescritta in regime continuativo rappresenta un protocollo possibile e valido per il controllo della patologia endometriosica, su cui può trovare complete e numerose informazioni sul nostro sito. Lo spotting non la deve preoccupare: i primi mesi di assunzione di una terapia estroprogestinica, soprattutto se in regime continuativo, possono essere caratterizzati dalla sua comparsa, senza inficiare l’efficacia della terapia. Le consigliamo pertanto di continuare l’assunzione e di effettuare un ulteriore controllo ecografico dopo altri tre mesi: vi è infatti la possibilità di una riduzione volumetrica della cisti endometriosica, tale da evitare l’intervento chirurgico. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Cisti ovariche - Endometriosi - Pillola contraccettiva continuativa - Spotting

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico