Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

15/07/2016

Astenia in menopausa: che cosa fare se si è a rischio trombotico



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ho 51 anni, e 5 mesi fa ho subito un intervento di rimozione delle ovaie a causa di una cisti benigna. Erano comunque alcuni mesi che non avevo più il ciclo. Ora soffro dei dolori più disparati, in particolare neuromuscolari, con un senso di astenia che non mi abbandona mai. Questi dolori mi impediscono una vita normale. Ho il fattore V di Leiden eterozigote. Vorrei sapere se esiste un terapia indicata nel mio caso. Grazie”.
B.R.

top

Gentile amica, la condizione di eterozigosi per il fattore V di Leiden rappresenta una controindicazione assoluta alla terapia ormonale sostitutiva, per l’aumentato rischio trombotico ad essa associato. Generalmente lo stato menopausale è caratterizzato anche da dolori articolari intensi, su cui si può intervenire mediante prodotti specifici, in aggiunta a regolare esercizio fisico quotidiano. Le consigliamo di approfondire la sua condizione di marcata astenia e di dolori neuromuscolari affidandosi a un collega internista, così da valutare la sua eziologia e instaurare il corretto approccio terapeutico. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Astenia - Dolore articolare - Dolore neuromuscolare - Menopausa - Rischi cardiovascolari - Stanchezza cronica - Terapia ormonale sostitutiva

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico