Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donnaFondazione Alessandra Graziottin

Anni disponibili:  2014  2013  2012 

Precedente 1 2 3 4 Successiva



Condividi su
Segnala Stampa

24/04/2014

Assessment of postpartum perineal pain after vaginal delivery: prevalence, severity and determinants. A prospective observational study


Persico G, Vergani P, Cestaro C, Grandolfo M, Nespoli A.
Assessment of postpartum perineal pain after vaginal delivery: prevalence, severity and determinants. A prospective observational study
Minerva Ginecol. 2013 Dec; 65 (6): 669-78


Accertare la prevalenza del dolore perineale dopo parto vaginale a termine e senza complicanze di un singolo neonato: è questo l’obiettivo dello studio condotto da Giuseppina Persico e collaboratori del Dipartimento di Chirurgia e Medicina interdisciplinare dell’Università di Milano Bicocca.
Il dolore perineale è presente, dopo il parto, praticamente in tutte le donne (95-100%) che abbiano subito un trauma perineale. Di converso, è stato dimostrato che le donne con uno spontaneo parto vaginale e un trauma perineale minimo o assente hanno un recupero migliore: meno dolore, muscoli perineali più tonici, una migliore funzione sessuale e un minor tasso di depressione.
Lo studio ha coinvolto 451 donne, di cui 239 primipare. Il dolore è stato misurato con due scale soggettive:
- la Verbal Numeric Scale (VNS), articolata in 11 livelli;
- la Verbal Rating Score (VRS), articolata in 4 livelli.
I dati sono stati raccolti a partire dal primo giorno dopo il parto e a fino a 6 mesi dopo, con due misurazioni intermedie a 1 e 7 settimane.
Questi, in sintesi, i risultati:
- il tasso di risposta a 6 mesi è stato del of 92%;
- la prevalenza del dolore è dell’88.2% il primo giorno dopo il parto, del 62.3% una settimana dopo, dell’8.0% a 7 settimane e dello 0.7% a 6 mesi;
- per quanto riguarda l’attività sessuale a 6 mesi dal parto, la dispareunia è presente nel 27% delle donne sottoposte ad episiotomia (OR 5.72, P<0.001).
Lo studio conferma che l’intensità del trauma subito durante il parto è associata a maggiori punteggi nell’autovalutazione del dolore perineale percepito e alla persistenza dei sintomi a lungo termine. Inoltre, l’episiotomia è un fattore che condiziona la funzione sessuale post parto. Lo studio, inoltre, conferma indirettamente l’utilità del massaggio perineale prenatale nella riduzione dell’incidenza di traumi che richiedano sutura e della probabilità di subire l’episiotomia.

top

Parole chiave:
Dispareunia femminile - Dolore post parto - Episiotomia/episiorrafia - Ostetricia - Parto

Segnala Stampa

© 2014 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico