Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Anni disponibili:  2015  2014  2013  2012 



Condividi su
Segnala Stampa

29/01/2015

Cura del dolore mestruale: un recente studio giapponese


Momoeda M, Hayakawa M, Shimazaki Y, Mizunuma H, Taketani Y.
Does the presence of coexisting diseases modulate the effectiveness of a low-dose estrogen/progestin, ethinylestradiol/drospirenone combination tablet in dysmenorrhea? Reanalysis of two randomized studies in Japanese women
Int J Womens Health. 2014 Dec 2; 6:989-98. doi: 10.2147/IJWH.S70935. eCollection 2014


Accertare l’efficacia di una specifica combinazione contraccettiva di etinilestradiolo e drospirenone nella cura della dismenorrea (dolore mestruale) e verificare se la presenza di altri disturbi organici (endometriosi, fibromi uterini, adenomiosi uterina) influenzi il trattamento: è questo l’obiettivo dello studio di M. Momoeda e collaboratori, del Department of Integrated Women's Health presso il St Luke's International Hospital di Tokyo, Giappone.
La ricerca è stata condotta su 410 pazienti affette da dismenorrea, di età superiore ai 20 anni, di cui:
- 315 senza altre patologie organiche;
- 28 affette da endometriosi;
- 37 con fibromi uterini;
- 46 con adenomiosi uterina.
Alcune donne presentavano più disturbi contemporaneamente.
Il trattamento (0,02 milligrammi di etinilestradiolo e 3 milligrammi di drospirenone) è stato somministrato:
- per 16 settimane, allo scopo di confrontare l’efficacia alla presenza delle diverse patologie;
- per 52 settimane, con l’obiettivo di accertarne la sicurezza a lungo termine.
La valutazione del farmaco è stata espressa attraverso le seguenti variabili:
- valutazione complessiva del dolore mestruale;
- misurazione del dolore mestruale su scala visiva analogica;
- gravità dei sintomi correlati;
- livelli ormonali;
- spessore dell’endometrio;
- sicurezza.
Questi, in sintesi, i risultati:
- il trattamento ha ridotto significativamente il dolore mestruale;
- il miglioramento è stato osservato sia nell’uso a breve termine (16 settimane) sia nell’uso a lungo termine (52 settimane);
- la riduzione del dismenorrea nel tempo, così come l’attenuazione dei sintomi correlati (dolore addominale, mal di schiena, cefalea, nausea e vomito), sono risultate simili in tutti i gruppi di pazienti, indipendentemente dalla compresenza degli altri disturbi presi in considerazione;
- questi effetti sono associati a una stabilizzazione dei livelli plasmatici di estradiolo e progesterone, e a una diminuzione dello spessore dell’endometrio;
- anche la sicurezza del farmaco è risultata simile in tutte le pazienti prese in considerazione;
- questa combinazione contraccettiva a basso dosaggio può quindi essere prescritta alle donne affette da dismenorrea indipendentemente dalla presenza di endometriosi, fibromi uterini e adenomiosi uterina.

top

Parole chiave:
Dismenorrea - Drospirenone - Etinilestradiolo - Pillola contraccettiva - Terapia contraccettiva

Segnala Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico